Pensioni hanno goduto tutti anche i giovani

Tante volte leggo commenti contro il sistema retributivo che è stato per molti anni il regime pensionistico vigente  in italia e che ha minato certamente le risorse del sistema previdenziale italiano e che fortunatamente oggi non esiste più.

In astratto non c’è dubbio che sia stato un sistema iniquo per le giovani generazioni di oggi che ne pagheranno le conseguenze ed ovviamente concordo con tutte le critiche contro questo sistema.

Molti oggi chiedono un intervento straordinario sostenendo che sia necessario rompere il principio dei diritti acquisiti e quindi andare a decurtare le pensioni retributive di chi già le sta percependo.

In linea teorica mi posso anche trovare d’accordo, poi però due considerazioni mi impongono una ulteriore riflessione.

Se permettiamo allo Stato di rompere la diga sacrosanta dei diritti acquisiti, ciò che oggi vale per le pensioni, domani potrebbe valere per qualsiasi altro tema e ciò mi terrorizza.

Secondo punto, questa volta dedicato ai giovani. Chi ha usufruito di queste pensioni retributive? I vostri padri, i vostri nonni. E voi grazie a quali risorse siete cresciuti, avete  studiato, vi siete goduti la vita sino ad ora? Ecco un po’ meno di retorica giovanilistica  sarebbe gradita, perché sputare nel piatto in cui si è mangiato sìno ad oggi è sempre stato un atto sgradevole….

E lo dice uno che ahimè, avendo perso i genitori giovanissimo,  ha goduto poco, pochissimo delle pensioni retributive, potrei dire quasi nulla e andrò, forse, in pensione solo con il contributivo…lo dico a scanso di equivoci.

Be first to comment